In primo piano:
Home / Scopri / Fotografia / La Certosa di Bologna

La Certosa di Bologna

Le foto scattate da Guido Barbi in occasione della visita guidata al Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna.

Il Cimitero comunale fu istituito riutilizzando le preesistenti strutture del convento dei Certosini, confiscate a seguito della soppressione dell’ordine stesso dopo la discesa delle truppe napoleoniche a Bologna e con l’instaurazione della Repubblica. Nel 1800 la Commissione di Sanità del Dipartimento del Reno destinò l’area, divenuta proprietà demaniale, a cimitero. Le prime inumazioni ebbero luogo nel 1801.

La forte passione della nobiltà e della borghesia per la costruzione dei sepolcri familiari, trasformò la Certosa in un vero e proprio museo all’aria aperta, attirando anche illustri visitatori, quali Chateaubriand, Byron, Dickens, Mommsen, Stendhal. La Chiesa, non parrocchiale, è da diversi anni gestita dalla comunità dei Passionisti di Casalecchio di Reno.

Quella che vedi è solo una piccola anteprima fotografica: per vedere la galleria completa con le foto scattate da Guido Barbi durante la visita al Cimitero Monumentale della Certosa di Bologna CLICCA QUI >>> LA CERTOSA DI BOLOGNA

Ricordiamo a tutti i soci che le foto sono state scattate durante la prima visita al cimitero monumentale e che sono in programma una visita dedicata alla Certosa Ottocentesca e una alla Chiesa di San Girolamo.

Inoltre in estate saranno programmate ulteriori visite guidate di cui daremo notizia nella sezione eventi di questo sito.

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*